Prick Test

Prick Test

Cos’è?

Il prick test è il test allergologico cutaneo di fondamentale importanza per la diagnosi delle allergie respiratorie, alimentari e verso altri allergeni. Il prick test è un test allergologico utilizzato per determinare se una sostanza specifica provoca infiammazione allergica con meccanismo immediato ovvero mediato da IgE (immediate-type hypersensitivity o reazione di I tipo secondo la classificazione di Coombs e Gell).

Meccanismo

Nel prick test, alcune gocce di allergene purificato vengono posizionate sulla superficie cutanea, solitamente dell’avambraccio, e successivamente la cute viene scalfita con una lancetta monouso al fine di lasciar penetrare l’allergene attraverso gli strati più superficiali della cute. Dopo un’attesa di circa 15-20 minuti si valuta la reazione cutanea ottenuta in corrispondenza di ogni allergene precedentemente posizionato. La reazione a livello dei singoli allergeni testati viene confrontata con un controllo positivo (solitamente costituito da istamina) e con un controllo negativo (solitamente costituito da glicerina, il liquido di diluizione degli allergeni).

In caso di reazione positiva è possibile osservare una reazione caratterizzata da pomfo (area circoscritta di edema cutaneo, in tutto e per tutto simile ad una puntura di zanzara) intensamente pruriginoso, contornato da un alone di eritema.

 

Allergeni comuni

Con il prick test può essere valutata la sensibilizzazione allergica verso allergeni di varia natura:

  • Allergeni inalanti, come pollini, derivati degli acari o degli animali domestici, muffe
  • Alimenti, sia di origine vegetale che di origine animale
  • Latex
  • Veleno di insetti (la diagnostica di queste allergie comprende anche test cutanei di tipo intradermico)
  • Farmaci (la dignostica di queste allergie comprende anche test cutanei di tipo intradermico)

Controindicazioni all’esame

Essendo un test in vivo, alcune valutazioni devono essere eseguite prima di sottoporre il paziente al test. Le condizioni più comuni che costituiscono controindicazione all’effettuazione del prick test comprendono:

  • Dermatiti cutanee o orticaria in fase attiva, soprattutto se interessano la cute degli avambracci
  • Anergia cutanea
  • Utilizzo di antistaminici per via sistemica (orale o iniettiva) negli ultimi 5-7 giorni
  • Gravidanza (essendo un test provocativo non dovrebbe essere eseguito in gravidanza)

 

(fonte Wikypedia)

 

 

Polisonnografia

Polisonnografia

Medici

Medici

Dott. Giulio Caiazzo

Laurea in medicina e chirurgia iscritto all’Ordine dei Medici di Monza e Brianza

Specialista in: Fisiopatologia respiratoria

 

Dott. Gianpaolo Monzani

Laurea in medicina e chirurgia iscritto all’Ordine dei Medici di Monza e Brianza

Specialista in: Tisiologia e malattie dell’apparato respiratorio e Chemioterapia

 

Cos’è?

Si tratta di un esame che viene usato in caso di patologie respiratorie associate a disturbi del sonno. Si effettua utilizzando il Polisonnigrafo, un’apparecchio che mediante dei sensori applicati sul paziente, monitorizza durante il riposo notturno molti parametri quali, la frequenza cardiaca, la saturazione d’ossigeno, i movimenti del torace e dell’addome, il flusso oro-nasale e i movimenti del corpo.

L’elaborazione di questi parametri permette di individuare la presenza di apnee (interruzione del flusso per almeno 10′ associato ad una desaturazione emoglobinica) e le ipopnee (riduzione percentuale del flusso oro-nasale per almeno 10′ associato a desaturazione emoglobinica) durante il sonno .

La polisonnografia è quindi utile per studiare la roncopatia cronica e la sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS).

L’esame viene eseguito in regime ambulatoriale in quanto il paziente, a domicilio, avrà un periodo di sonno più fisiologico. Verrà riservato il ricovero ai casi dubbi che necessitano di un esame poligrafico completo o ai casi positivi per la titolazione del ventilatore (CPAP).

Abilitazione all’agonismo

Abilitazione all’agonismo

Dott. Vinicio Buosi

Dott. Vinicio Buosi

Laurea in medicina e chirurgia iscritto all’Ordine dei Medici di Lecco

Cos’è?

Presso Polimedica Brianza l’ambulatorio specialistico di Medicina dello Sport è abilitato al rilascio della certificazione all’attività sportiva agonistica per gli sport rientranti nella tipologia d’accertamento “B1” ai sensi del D.M.18/02/1982; la visita standard è così composta: visita clinica, esame urine, esame dell’acuità visiva, elettrocardiogramma a riposo, elettrocardiogramma dopo sforzo (test allo scalino di 3 minuti), valutazione del grado di tolleranza allo sforzo mediante calcolo dell’I.R.I., spirometria; per i soggetti di età superiore ai 40 anni la tolleranza allo sforzo viene valutata mediante test al cicloergometro, perche è scientificamente acquisito che oltre questa soglia di età il test risulta più efficace nell’individuazione di patologie a rischio.

Per accedere al servizio l’atleta, affiliato ad una Federazione Sportiva Nazionale od ad un Ente Sportivo Riconosciuto, dovrà avere con sé:

  • Documento d’identità valido e codice fiscale.
  •  Modulo di richiesta compilato in tutte le sue parti con il timbro della Società di appartenenza e firma del suo Presidente in originale.
  •  Provetta delle urine del mattino a digiuno.

Riportiamo qui di seguito una tabella con l’elenco completo degli sport certificabili e le rispettive Federazioni Sportive di appartenenza.
Sono inoltre certificabili l’attività sportiva prevista dalle norme sull’arruolamento (corsi Allievi Ufficiali) e per Assistenti Bagnanti (nuoto salvamento).

L’ambulatorio può altresì rilasciare l’idoneità all’attività sportiva non agonistica valida per qualunque attività fisico-sportiva non agonistica ai sensi del D.M.28/02/1983; nel corso della visita oltre all’esame clinico vengono eseguiti anche un elettrocardiogramma a riposo ed un esame urine per una migliore individuazione di eventuali fattori di rischio.

La prestazione è fruibile da chiunque ne faccia richiesta, sono necessari un documento d’identità valido ed una provetta con il campione di urine del mattino a digiuno.

Hai trovato quello che fa per te?

Agopuntura

Agopuntura

Dott.ssa Cesarina Corti

Dott.ssa Cesarina Corti

Laurea in medicina e chirurgia iscritta all’Ordine dei Medici di Milano

Ha seguito corsi e si interessa di agopuntura e di medicina complementare

Prestazioni:

sedute di agopuntura

mesoterapia omeopatica

alimentazione clinica

VEGA test

Cos’è l’agopuntura?

E’ una metodica appartenente alla millenaria Medicina Tradizionale Cinese, si basa sulla regolazione (in senso di Tonificazione, Armonizzazione o Dispersione) dell’energia corporea attraverso la stimolazione di numerosi punti situati lungo i Canali energetici – definiti anche Meridiani – per mezzo di aghi monouso e sterili.

E’ dolorosa?

No. Durante la terapia della durata di circa 30 minuti per ogni seduta, si possono avvertire formicolii, piccole scosse, calore; sono tutti segni positivi che possono però mancare del tutto anche se il trattamento è stato eseguito correttamente e con efficacia. Ci sono alcuni punti che per localizzazione possono essere più fastidiosi ma è importante comunicare ogni eventuale disagio al medico, infatti la scelta dei punti trattati può variare durante le diverse sedute così come il numero dei trattamenti in base al singolo paziente e alla patologia (in media ogni ciclo è costituito da dieci sedute con cadenza quindicinale).

Quali patologie si possono trattare?

Alcuni esempi: patologie osteoarticolari (es. cervicobrachialgie, lombosciatalgie, periartriti scapolo-omerali), fibromialgie, nevralgie trigeminali, cefalee, disturbi del ciclo mestruale (amenorrea, dismenorrea), patologie allergiche (es. asma, rinite), patologie dermatologiche (es.pruriti, eczemi, psoriasi), sindrome ansioso-depressive, colon irritabile.

Ci sono effetti collaterali o controindicazioni?

I principali effetti collaterali che possono manifestarsi sono costituiti da un iniziale e temporaneo peggioramento della sintomatologia, stanchezza, arrossamento cutaneo, piccoli ematomi, vertigini; tutti comunque di lieve entità e transitori.

Il primo incontro ha la durata di un’ora durante la quale viene eseguita una visita completa e la compilazione di una cartella clinica con valenza doppia (medicina occidentale/medicina tradizionale cinese) a cui segue il primo trattamento. E’ necessario recare con sé gli eventuali accertamenti eseguiti in merito alla patologia da trattare (es. Rx, esami del sangue, visite specialistiche). In tale sede è importante comunicare al medico eventuali malattie concomitanti e terapie in atto, soprattutto per i pazienti in terapia antiaggregante o anticoagulante. Tali condizioni saranno predisponenti alla formazione di ematomi ma non rappresentano una controindicazione assoluta.

Hai trovato quello che fa per te?

Prenota appuntamento

Ben-essere informato!

Sei informato sulla tua salute e le novità per il tuo benessere? Registrati con un click per ricevere le nostre newsletter mensili:
Nome
Indirizzo email
Ho letto le note legali e le normative sulla privacy di Polimedicabrianza.